fbpx

Cosa è un sogno?

A Bologna, quattro incontri con la psicoanalista Marina Valcarenghi

 

cosa-e-un-sogno-bologna-marina-valcarenghi

Che cosa è un sogno?

Il sogno è un messaggio che l’inconscio manda alla coscienza.
Ma l’inconscio è parte di noi, un sedimento di memoria personale o collettiva e un immenso patrimonio di sapere.
Possiamo prendere in mano i nostri sogni, disegnarli, raccontarli, accoglierne le emozioni e allora ci possono aiutare…



Quattro incontri, un percorso unico distribuito in quattro pomeriggi da seguire interamente, per una durata di circa dodici ore.

Domenica 19 maggio dalle 15:00 alle 18:00
1- Cosa è un sogno? – enigma, storia e futuro del sogno

Fin dal paleolitico, e lungo tutto lo snodarsi della storia, gli esseri umani si sono interrogati sull’origine e il senso dei sogni, incidendoli sulle rocce, disegnandoli, dipingendoli, cercando di decodificarli, e di comprenderne il messaggio. Eppure anche oggi, dopo 120 anni di psicoanalisi, ogni volta di fronte a un sogno ci troviamo di fronte a un mistero che compare nel sonno. Non è una visione, non è una fantasia, arriva da un altrove e ci parla di noi: sapremo capirlo?

I sogni si esprimono attraverso un linguaggio simbolico. I simboli sono immagini che stanno a rappresentare anche altro al di là dell’oggetto o della situazione che descrivono e il loro significato è quindi l’indispensabile premessa per capire che cosa i nostri sogni ci vengono a dire: il sangue è anche energia vitale e l’auto è anche movimento.
Chi ci parla da questo altrove è il nostro inconscio, personale e collettivo, un serbatoio di memoria che contiene quanto di noi non ricordiamo più, quanto non sappiamo e quanto non abbiamo mai saputo ma che ci riguarda, come esseri umani e come collettività.
Nel corso dei nostri incontri racconterò dunque una serie di sogni, proponendone la rivelazione e l’uso che è possibile farne nella vita di ogni giorno, come di fronte alle grandi scelte: rischi, opportunità, prospettive.
Esamineremo alcuni sogni che riferiscono traumi dimenticati, o che denunciano situazioni bloccate e ne dicono il perché, altri che riguardano una situazione collettiva o che parlano di sesso, o che incoraggiano a proseguire la vita in quella particolare direzione, e infine gli incubi e i sogni che a noi appaiono profetici.

Domenica 26 maggio dalle 15:00 alle 18:00
2- I simboli nel sogno – luci e ombre nell’interpretazione dei sogni che riguardano la vita individuale

Sappiamo ormai da molto tempo che i sogni si esprimono attraverso un linguaggio simbolico. I simboli sono immagini che stanno a rappresentare anche altro al di là dell’oggetto o della situazione che rappresentano e il loro significato è quindi l’indispensabile premessa per capire che cosa i nostri sogni ci vengono a dire. Presenteremo quindi alcuni sogni analizzandone il contenuto.


Domenica 9 giugno dalle 15:00 alle 18:00

3- I simboli nel sogno – luci e ombre nell’interpretazione dei sogni che riguardano la vita collettiva

I sogni non riferiscono solo della vita individuale del sognatore o della sognatrice. Qualche volta ci parlano della vita collettiva e cioè di un gruppo, di un popolo, o dell’umanità intera. Descrivono, rischi, opportunità e prospettive. Sono sogni presi in considerazione da una parte della psicoanalisi da quando Jung introdusse la nozione di inconscio collettivo distinguendolo dall’inconscio personale. Sono sogni importanti che ci aiutano a capire in quale direzione si sta procedendo e con quali conseguenze. Presenteremo alcuni sogni che riguardano l’inconscio collettivo in questi ultimi anni.

Domenica 16 giugno dalle 15:00 alle 18:00
4- Gli incubi: demoni o alleati?

Che cosa caratterizza e definisce un incubo? Quale può essere il suo senso? Riporta a galla uno choc o un trauma o può anche riferirsi al rischio di eventi futuri? O altro ancora? Termineremo il corso prendendo in esame alcuni incubi che ho avuto modo di ascoltare nel corso del tempo.



QUANDO: 19 maggio, 26 maggio, 9 giugno, 16 giugno, dalle 15.00 alle 18.00

DOVE: Bologna, Paladanze (sala C), Via Bartolomeo Provaglia, 9/B

CONTRIBUTO PER I QUATTRO INCONTRI: 120 euro + 5 di segreteria (€ 125)

COME ISCRIVERTI?
Facile! Scrivici una mail a lupoecontadino@gmail.com con oggetto “Corso M. Valcarenghi Bologna” e ti invieremo tutte le istruzioni. Grazie.
Evento organizzato da ALTRA! Ets, l’associazione di Lupo e Contadino.

 


 

profile-marina-valcarenghi
Marina Valcarenghi,
giornalista, attivista politica negli anni ’70, psicoterapeuta e psicoanalista, è docente di Psicologia clinica e di Psicologia degli aggregati sociali.

Tra le sue pubblicazioni: I manicomi criminali (Mazzotta, Milano 1975); Nel nome del padre (Tranchida, Milano 1987); Psicoanalisi e politica (con G. Galli, L. Gentili, LeG, Milano 1992); Relazioni (Tranchida, Milano 19994); Signori della Corte (Re Nudo, Siena 2000).
Per Bruno Mondadori ha pubblicato L’aggressività femminile (2003); L’insicurezza. La paura di vivere nel nostro tempo (2005); “Ho paura di me”. Il comportamento sessuale violento (2007); L’amore difficile. Relazioni al tempo dell’insicurezza (2009) e Mamma non farmi male. Ombre della maternità (2011).
Bibliografia completa, qui.

 

 

Marina Valcarenghi sul Fatto Quotidiano:
www.ilfattoquotidiano.it/blog/mvalcarenghi

 

Qui la nostra recente intervista con Marina Valcarenghi

Ascolta “Che cos’è un sogno? Intervista con Marina Valcarenghi” su Spreaker.

 

▼Condividi▼