fbpx

“Si racconta…” | 3 | Lupo I e Lupo II

by Antonello Zappatore Palladino on 28 Gennaio 2020, no comments

Lupo I (2015-2019) e Lupo II

Ieri a Milano c’è stato il primo incontro con Marina Valcarenghi.
La passione necessaria.
Ci rende felici aver costruito un percorso così, insieme ad un’amica ed una professionista come Marina. Perché crediamo sia molto prezioso, urgente, di quelli che possono trasformare la vita.

Marina ieri ha parlato del “male di vivere”, quando questo diventa sintomo dell’allontanamento dal proprio fuoco interiore.

Non abbiamo foto dell’evento, perché tutto quello che succede in questi incontri e che viene raccontato da Marina e dai partecipanti, rimane in una dimensione intima, unica che abbiamo intenzione di proteggere.

Ma,
c’è stato un divertente retroscena lupacchiotto che va raccontato:
dopo cinque anni di onoratissima carriera, ieri abbiamo messo in pensione – in una teca – Lupo I (2015-2019). A furia di viaggi, sole, pioggia è diventato vecchio e un po’ decrepito.
È entrato così in scena Lupo II. Nonostante lo stampo industriale da cui provenga sia evidentemente lo stesso del suo predecessore, per uno strano fluido che forse attraversa tutte le maschere, l’espressione di Lupo II è diversa, nettamente diversa; più aggressiva – sarà la gioventù. Comunque, ieri sera capita che abbiamo appoggiato Lupo II infilato in una testa di manichino sul tavolo dove parlava Marina, proprio di fianco a lei.
Nell’ultima mezz’ora di ogni incontro, i partecipanti raccontano un proprio sogno in pubblico e Marina lo interpreta davanti a tutti. È una cosa che muove sempre un’energia fortissima. Questa volta – forse nessuno dei partecipanti l’ha notato – ma è successa una cosa strana e parecchio divertente.
La persona chiamata a raccontare il sogno era in piedi, di fianco al tavolo, e fra lei e Marina – vicinissimo – c’era proprio lui: Lupo II alla sua prima uscita. Per qualche strano motivo era stato mosso da qualcuno e aveva inclinato la testa perfettamente in posizione di ascolto.
Insomma, mentre la persona ricordava il suo sogno, noi guardavamo Lupo attentissimo, tutto orecchi, che sembrava pavlovianamente cambiare espressione in base al racconto. È stato un momento mitico, che ci ha fatto anche molto ridere.
In macchina pensavamo al povero Lupo II, nato in serie in una fabbrica di periferia un po’ svogliata, per giochicchiare a qualche festa di Carnevale fra bambini, e poi essere dimenticato chissà in quale scatolone. E invece no, lui per uno strano gioco del destino, si trovava lì, un po’ sconvolto a dire il vero, a caricarsi di una dimensione profondamente onirica, così di getto alla prima uscita.
Non c’è che dire, un grande esordio.

Lupo II benvenuto fra noi, farai tanta strada.

E grazie a tutti gli appassionati partecipanti al primo incontro!

Ci vediamo il 17 febbraio. Il tema sarà “l’archetipo della passione”.

Se vuoi iscriverti, trovi qui tutte le informazioni:
https://www.lupoecontadino.it/eventi/marina-valcarenghi-la-passione-necessaria/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.