fbpx

“SCRIVI AL LUPO…” – 1

by Antonello Zappatore Palladino on 6 Febbraio 2020, no comments

(rubrica improvvisata di affetti, nodi in gola, cose invisibili e meraviglie)

Ci scrive qualche notte fa la lupacchiotta Mariachiara.
Trova, dopo anni, il coraggio di spedire finalmente la sua lettera a Babbo Natale, e lo fa in questa maniera commovente:

«Caro Babbo Natale,
è strano scriverti adesso. Da bambina non l’ho fatto nemmeno una volta. Allora non credevo in te e consegnare desideri a qualcuno in cui non si crede mi sembrava cosa da sciocchi. Porta pazienza, povero Babbo: la prosaicità dei tempi è una lebbra che colpisce sempre più presto.
Devo confessarti però che proprio oggi che vorrei tanto parlarti, il pensiero di quello che avevo da dire continua a sfuggirmi. Ti immagino lì, mentre fremi impaziente con le orecchie che fischiano di desideri impellenti mentre io sto qui che ancora cincischio.
Non seccarti con me, Babbo mio. Se ci pensi, anche tu non sei poi tanto diverso. Hai mai provato ad esprimerlo tu un desiderio? Dai, fallo ora; ma un desiderio vero, non uno di quelli raccolti da sopra la slitta. Che c’è? Stai in silenzio? Non è facile, vero? Ma se le cose stanno così allora forse il mio desiderio è un po’ anche il tuo.
Babbo Natale, voglio tornare a desiderare!
Ecco qua, il primo passo l’ho fatto. Credi in me e prova anche tu; non ho slitta, né renne, ma ho un indirizzo. Lo trovi qui sopra.
Babbo Natale, ti abbraccio.
La miscredente del tempo che fu»

Cara Mariachiara,
Lupo dalla sua Tana,
ti dedica questo pezzo dei Diaframma.
Un abbraccio!
(e inoltriamo a Babbo Natale)

_____________________

SCRIVI AL LUPO!
🐺
Se vuoi scriverci la tua storia lupacchiotta,
di desideri,
di cose che non hai mai avuto il coraggio di raccontare,
scrivi al lupo

Qui:
👝 lupoecontadino@gmail.com

A presto!
Ululati a tutti!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.